........attendi qualche secondo.

#adessonews solo agevolazioni personali e aziendali.

per le ricerche su Google, inserisci prima delle parole di ricerca:

#adessonews

Siamo operativi in tutta Italia

 

Renault vara il piano di azionariato ai dipendenti (anche a quelli italiani) #adessonewsitalia


Renault vara il piano di azionariato diffuso ai dipendentiRenault vara il piano di azionariato diffuso ai dipendenti Luca de Meo, ad di Renault

Campari, Prysmian, Tim, Essilux e ora Renault: anche la Casa della Losanga vara il suo piano di azionariato diffuso per i propri dipendenti. L’offerta – soprannominata «Renaulution Shareplan» – riguarderà oltre 110.000 persone del gruppo francese dislocate in 29 Paesi, Italia inclusa, e punta così a coinvolgerle nelle strategie industriali e nel raggiungimento degli obiettivi di lungo termine. Un incentivo insomma a contribuire allo sviluppo e alla performance della società. «Questo piano di azionariato per i dipendenti è parte integrante della “Renaulution” e delle evoluzioni strategiche presentate in occasione del Capital Market Day lo scorso 8 novembre – conferma l’amministratore delegato Luca de Meo-. Ci teniamo a coinvolgere tutti i dipendenti nella performance dell’azienda, nella crescita del patrimonio netto e nel futuro del gruppo Renault, con lo scopo ambizioso di vedere la loro partecipazione azionaria raggiungere il 10% del capitale entro il 2030-. Nell’attuare la sua rivoluzione e nel proiettarsi verso il futuro – aggiunge il top manager -, il gruppo Renault non dimentica le sue radici: anzi, porta avanti la sua tradizione di laboratorio sociale, che l’ha resa un’azienda unica, ma ponendola al passo con i tempi».

Sei azioni come contributo aziendale

La notizia arriva dopo l’annuncio da parte di de Meo del ritorno al dividendo nel 2023, con un payout fino al 35%, dopo che verrà rimborsato in anticipo il miliardo di euro del prestito garantito dallo Stato francese. Nel dettaglio, tutto il personale della casa automobilistica – quotata a Euronext Paris – otterrà gratuitamente 6 azioni, sotto forma di contributo aziendale unilaterale (ad eccezione di alcuni Paesi in cui la rimessa delle azioni sarà effettuata tra 5 anni, senza obbligo di conservazione). In 21 Paesi verrà proposta un’offerta di acquisto di titoli con uno sconto del 30% sul prezzo di riferimento e con un contributo aziendale lordo del 300% sulle prime due azioni, ossia 6 azioni gratuite per 2 acquistate. Il versamento volontario del dipendente, pagabile secondo le modalità fissate per il Paese, non potrà superare il 25% della sua retribuzione annua lorda. Le azioni Renault saranno detenute per almeno 5 anni (salvo casi eccezionali di uscita anticipata) attraverso un fondo comune di investimento aziendale (FCPE) oppure, in alcuni Paesi, direttamente su un conto nominativo.

Produttività, fedeltà e vantaggi

Il prezzo di riferimento del titolo è stato fissato a 31,46 euro, 22,02 euro al netto dello sconto, con la sottoscrizione possibile dal 24 novembre al 12 dicembre compreso. Per aderire i dipendenti devono avere almeno tre mesi di anzianità di servizio, continua o discontinua, tra il 1° gennaio 2021 e il 12 dicembre 2022, e ovviamente un contratto di lavoro valido fino al 12 dicembre. Oltre a incentivare la fedeltà del personale, in genere i piani di azionariato diffuso mirano a stimolarne la produttività così da portare a una generazione di valore per l’azienda maggiore rispetto a quella indotta dalla sola pratica delle stock option (la facoltà di acquistare o assegnare azioni emesse in precedenza, o di sottoscrivere azioni di nuova emissione della società) per i manager. Inoltre si contribuisce a sviluppare una cultura finanziaria tra i dipendenti-azionisti. Infine c’è da sottolineare un altro aspetto: «regalare» titoli alla propria forza lavoro è uno strumento di welfare meno costoso dal punto di vista fiscale del datore di lavoro. Renault, che nel terzo trimestre ha visto salire i ricavi a 9,8 miliardi di euro (+20,5% escludendo la Russia), ha appena annunciato la creazione di 5 business unit indipendenti tra cui «Ampere», destinata alla realizzazione di veicoli elettrici, e «Horse» che continuerà ad occuparsi di veicoli a motore termico.

Clicca qui per collegarti al sito e articolo dell’autore

“https://www.corriere.it/economia/aziende/22_novembre_17/renault-vara-piano-azionariato-diffuso-dipendenti-bc64d40e-65a7-11ed-9758-a021e00ba84b.shtml”

Pubblichiamo solo i migliori articoli della rete. Clicca qui per visitare il sito di provenienza. SITE: the best of the best ⭐⭐⭐⭐⭐

Clicca qui per collegarti al sito e articolo dell’autore

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento, come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo. Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

#adessonews

#adessonews

#adessonews

 

Richiedi info
1
Richiedi informazioni
Ciao Posso aiutarti?
Per qualsiasi informazione:
Inserisci il tuo nominativo e una descrizione sintetica dell'agevolazione o finanziamento richiesto.
Riceverai in tempi celeri una risposta.