........attendi qualche secondo.

#adessonews solo agevolazioni personali e aziendali.

per le ricerche su Google, inserisci prima delle parole di ricerca:

#adessonews

Siamo operativi in tutta Italia

 

Pensioni, a novembre scatta l’aumento del 2,2%: ecco perché e cosa c’entra l’inflazione #adessonewsitalia


Pensioni, a novembre saliranno del 2,2%: ecco perché e cosa c'entra l'inflazionePensioni, a novembre saliranno del 2,2%: ecco perché e cosa c'entra l'inflazione

Novità per i pensionati a novembre. In attesa della rivalutazione più corposa di gennaio e di eventuali interventi del governo Meloni (qui le ipotesi), le pensioni in pagamento questo mese, fino alla soglia di 2692 euro lordi mensili, cresceranno del 2% rispetto agli importi fissati a inizio 2022. In sintesi vengono prorogati gli aumenti già concretizzatisi a ottobre.

I calcoli

C’è di più però. Al calcolo bisogna aggiungere un +0,2 % legato al conguaglio tra l’indicizzazione applicata a inizio anno e quella che deriva dall’andamento dei prezzi nel 2021. In più è bene ricordare che i pensionati con un reddito non superiore a 20 mila euro possono beneficiare anche del bonus da 150 euro introdotto dal decreto Aiuti ter.Ad esempio su una pensione di 1500 euro lordi al mese l’incremento sarà di 33 euro lordi, su una da 2000 di 44. In termini di netto ovviamente si parla di cifre inferiori considerando l’Irpef.

Da gennaio la rivalutazione

Come detto, però gli aumenti più importanti saranno a gennaio 2023 per effetto la rivalutazione annuale anche detta “perequazione”. Ovvero quando nel calcolo delle pensioni verrà considerata l’inflazione media di quest’anno. Per sapere la percentuale esatta bisognerà aspettare il consueto decreto del Mef ma visti i numeri straordinari del caro-prezzi la quota potrebbe essere superiore all’8 per cento. Gli aumenti interesseranno solo una fascia di pensionati, la perequazione interessa infatti chi ha un assegno pensionistico che non superano l’importo pari a quattro volte il trattamento minimo Inps (525 euro mensili). Facendo due conti la rivalutazione annuale spetterà pienamente fino a circa 2100 euro. E chi eccede il tetto? L’aumento cala. O meglio la quota di pensione che supera il 2100 euro avrà un tasso di tasso di perequazione riconosciuto al 90%, si scend e poi al 75% per la quota di pensione che eccede le cinque volte il minimo Inps di cui sopra.

Clicca qui per collegarti al sito e articolo dell’autore

“https://www.corriere.it/economia/pensioni/22_novembre_03/pensioni-novembre-saliranno-22percento-ecco-perche-cosa-c-entra-l-inflazione-dca354f6-5b49-11ed-b41d-b4fe67e450b9.shtml”

Pubblichiamo solo i migliori articoli della rete. Clicca qui per visitare il sito di provenienza. SITE: the best of the best ⭐⭐⭐⭐⭐

Clicca qui per collegarti al sito e articolo dell’autore

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento, come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo. Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

#adessonews

#adessonews

#adessonews

 

Richiedi info
1
Richiedi informazioni
Ciao Posso aiutarti?
Per qualsiasi informazione:
Inserisci il tuo nominativo e una descrizione sintetica dell'agevolazione o finanziamento richiesto.
Riceverai in tempi celeri una risposta.